Come la famosa canzone di Gino Paoli, per questa uscita eravamo 4 amici al Bar o forse qualcuno in più, che mentre gli altri se ne stavan a casa, noi senza fretta ed in tutta tranquillità si pedalava verso la vetta del Monte Bar...

lasciate le auto a Bidogno si inizia a far girare le ruote in direzione del rifugio del Monte Bar da dove si può godere una stupenda vista che spazia dal Gazzirola, ai Denti della Vecchia, senza dimenticare il bacino di Lugano, le montagne del Malcantone o del Tamaro e via via sino alle alpi Vallesane per terminare con uno sguardo sino al Monte Rosa 

Oggi è previsto un giro inedito esplorando alcuni nuovi trail non troppo complicati per permettere al rientrante Skorza di poter finalmente percorrere i suoi primi chilometri in piena sicurezza su un fondo non fatto di solo asfalto 

Raggiunti i 1600 m del Monte Bar un caffè al volo nell'accogliente capanna ci si dirige verso Piandonazzo, da dove, imboccando un bel sentierino  raggiungeremo quota 1300 prima di riguadagnare l'asfalto

per giungere, dopo un paio di km ed piccolo dislivello, sino all'imbocco  del sentiero Motto della Croce

e da lì imboccando un magnifico sentiero, con un panorama dei più belli per questa regione del Luganese raggiungiamo Gola di Lago ai più forse conosciuta per la sua storia militare. Vi furono infatti costruiti, dopo la prima guerra mondiale, alcuni fortini. tramite i quali fu possibile controllare la viabilità dell'alta valle del Vedeggio tra Isone e Camignolo sino a Rivera e intralciando eventuali attività militare giunte dal Monte Ceneri

Passato Gola di Lago, si pedale si attraversa uno sterrato sino a raggiungere, dopo ca. 200 metri di spaccagambe, Condra

Ci aspetta, forse, il più bel trail di giornata. Da Condra raggiungiamo il santuario del Bigorio, fondato nel 1535 e primo  tra i conventi cappuccini costruiti in Svizzera. 

Ormai manca poco al termine di questo tour lungo i sentieri della Capriasca, ma prima di congedarci, un saluto al mitico Gastone, che, nonostante la sua giovane età, tutte le volte che si decide di recarci al Bar, con piacere lo si incontra per un saluto ed una foto ricordo che resterà negli annali dei freeasybikers

La gita ormai è giunta al capolinea e come d'abitudine, termina davanti ad una buona birretta in compagnia, in attesa di conoscere le nuove sfide che vi racconteremo nei giorni a seguire

Commenti: 3
  • #3

    willy (giovedì, 31 maggio 2018 19:11)

    gran bella giornata di riding e di condivisione...e grande Nic

  • #2

    Nik (martedì, 22 maggio 2018 09:43)

    Gran bel giro per ricominciare a prendere contatto con i trails... grazie Willly per aver disegnato un tracciato ad hoc per il mio ginocchio

  • #1

    Paolo (domenica, 20 maggio 2018 21:23)

    Gran bel posto il Bar