Grazie ai nostri amici della Blenio bike che, con grande cura e dedizione da alcuni anni si adoperano a sistemare i sentieri che ci permettono di percorrere in lungo ed in largo la meravigliosa valle del Sole, oggi abbiamo calcato le strade dell'alta valle di Blenio, con partenza ed arrivo da Olivone per raggiungere la Capanna di Bovarina

Posteggiate le auto, si parte in direzione di Campo Blenio, servendoci dalla stupenda sterrata del Sosto, che, non dimentichiamolo, è inserita nell'inventario delle vie di comunicazione svizzere per le sue caratteristiche storiche e geomorfologiche.

Giunti a Campo Blenio, tappa obbligata per molti bimbi del cantone alle prese con i rudimenti dello sci, si imbocca una bellissima strada che , seppur asfaltata, è circondata dapprima di ampi campi in fiore 

e poi più ci si addentra nella valle di Campo, da uno spettacolare lariceto che ci regala un qualcosa di speciale sia dal punto paesaggistico che ambientale

Passata l'alpe Predasca, si lascia l'asfalto e la salita, mai impegnativa nonostante alla fine si conteranno più di 1000 metri di dislivello, continua percorrendo  una comoda strada sterrata, ricoperta ai  bordi da alcune lingue di neve,  sino a raggiungere la Capanna Bovarina

Giunti in capanna, il tempo di un fugace spuntino, qualche foto approfittando del fantastico panorama che spazia dalla diga del Luzzone, dove in primo piano spunta il Pizzo Pianca, sino a vedere sopra Campo Blenio il bellissimo Sosto e poi ancora il Pizzo Tersulla, il Pizz Terri ed tanti altri ancora.

Il tempo è tiranno e purtroppo é giunta l'ora di ripartire, si indossano le protezioni e seguendo  uno splendido singletrail privo di difficoltà, ci si lancia verso Olivone.

Attraverso pascoli, boschi e guadando quà qualche corso d'acqua, perdiamo quota sempre su di un terreno molto ben curato e divertente da percorrere

sino a quando giunti a Pianchera ci imbattiamo in un sentiero un poco più tecnico e reso scivoloso dalle recenti piogge, ma molto divertente che ci porta  nuovamente a Campo Blenio, da dove poi imboccando al contrario la vecchia strada del Sosto, si rientra ad Olivone, nostro punto di partenza di questa splendida gita.

Commenti: 3
  • #3

    fabri (lunedì, 11 giugno 2018 14:56)

    bel giro..paesaggio stupendo

  • #2

    Dani (lunedì, 11 giugno 2018 10:39)

    Tutto e’ bene quel che finisce bene, mi e’ piaciuto particolarmente quel “privo di difficolta’”

  • #1

    willy (lunedì, 11 giugno 2018)

    magnifico giro che rivivo nel racconto, grazie a tutti